Gita fuori porta: Oasi di Sant’ Alessio

Ciao mamme!

Oggi vi voglio raccontare la prima gita fuori porta di mio figlio Nicolò!

buy Pregabalin online Abbiamo deciso di trascorrere la giornata del 25 Aprile presso l’Oasi di Sant’Alessio, un giardino naturalistico dove la flora e la fauna dei luoghi umidi della Pianura Padana e della foresta pluviale si incontrano.

Lo scenario di questa area naturale protetta è il castello medioevale di Sant’ Alessio.

L’oasi sorge di fianco ad una garzaia, luogo in cui nidificano collettivamente diverse specie di aironi, e si trova quindi all’interno della proprietà.

Nel parco si possono perciò osservare sia animali liberi come l’airone che animali rinchiusi in gabbie e voliere come il barbagianni.

Nell’oasi è presente un’area dedicata alla fauna tropicale con apposite ambientazioni in serra, acquari e terrari e un’ampia area dedicata alla fauna italiana ed europea.

Entrando si possono subito ammirare i castori europei e scegliere quale percorse iniziare: il giallo indica la Foresta Pluviale Amazzonica mentre il blu Le zone umide europee.

Noi partiamo dalle foresta Pluviale e ci inoltriamo nell’area dedicata alla farfalle, ai serpenti e ad insetti di varie forme.

Dopo di che ammiriamo l’aquila reale e quella urlatrice.

unamammabionda.altervista.org

 

Arriva il momento di addentrarci nella serra dove vengono ospitati i bradipi insieme ad alcuni uccellini molto carini.

 

Il percorso procede ammirando i caimani, le iguane, i pirana, i fenicotteri e i tucani.

unamammabionda.altervista.org

 

unamammabionda.altervista.org
cof

 

Finito il percorso giallo iniziamo quello blu dove sono presenti diversi tipi di uccelli, tartarughe, pony, lontre e cicogne.

unamammabionda.altervista.org

 

unamammabionda.altervista.org
cof

 

Alcune specie delle quali si è favorita la riproduzione vengono poi reintrodotte in natura.

Intorno all’oasi e all’interno di essa sono presenti anche coppie di cicogne nidificanti, infatti l’oasi dal 1977 ha favorito la riproduzione di questo uccello che poi si è diffuso dapprima nei paesi limitrofi e poi sempre più lontano.

Nell’oasi è presente un bar, un’area pic-nic attrezzata con barbecue, un’area giochi per bambini e toilette.

Di seguito vi riporto il link al sito dove potete trovare tutte le informazioni utili!

Oasi di Sant’Alessio

Autore dell'articolo: unamammabionda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *